Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/20.500.12857/127588
Title: [La combinazione di gemcitabina e oxaliplatino (GEMOX) nel trattamento del carcinoma pancreatico in fase avanzata di malattia: le notizie sulla mia morte sono state esagerate?]
Authors: Giuliani, Jacopo 
Bonetti, Andrea
Keywords: Advanced pancreatic cancer;First-line;Randomized phase III controlled trials
Mesh headings: Antineoplastic Combined Chemotherapy Protocols;Deoxycytidine;Pancreatic Neoplasms
Secondary Mesh headings: Clinical Trials, Phase III as Topic;Disease-Free Survival;Drug Costs;Humans;Organoplatinum Compounds;Randomized Controlled Trials as Topic;Survival Rate;Treatment Outcome
Issue Date: Dec-2017
Journal: Recenti progressi in medicina 
Abstract: 
Riassunto. L'analisi è stata condotta al fine di valutare l'effetto sia sulla sopravvivenza globale (OS) sia sulla sopravvivenza libera da progressione di malattia (PFS) della chemioterapia di combinazione in prima linea per il carcinoma pancreatico in fase avanzata di malattia. La presente analisi è limitata agli studi randomizzati controllati (RCT) di fase III. Successivamente è stata applicata la European Society for Medical Oncology Magnitude of Clinical Benefit Scale (ESMO-MCBS) agli RCT di fase III analizzati per ricavare uno score relativo all'entità del beneficio clinico ottenuto per ciascun RCT. Sono state calcolate inoltre le differenze in termini di PFS tra i diversi bracci di trattamento rapportandole con i costi dei farmaci necessari per ottenere il beneficio di PFS. La nostra analisi ha valutato 11 RCT di fase III, per un totale di 4572 pazienti. Combinando i costi della terapia con la misura dell'efficacia espressa dalla PFS, è stato ottenuto un costo di 74,12 euro (€) per mese di vita guadagnato in termini di PFS con la combinazione di 5-fluorouracil, leucovorin, irinotecan e oxaliplatino (FOLFIRINOX), 90,14 € per la combinazione di gemcitabina e oxaliplatino (GEMOX) e 4708,7 € per la combinazione di nab-paclitaxel e gemcitabina. Da questo punto di vista riteniamo che l'utilizzo delle "vecche chemioterapie di combinazione" (per es., GEMOX) non dovrebbe essere completamente abbandonato, ma valutato sul singolo paziente, sulla base di diversi fattori (età, ECOG PS, comorbilità, carico di malattia), al fine di ottenere una reale "tailored therapy".
URI: http://hdl.handle.net/20.500.12857/127588
ISSN: 00341193
DOI: 10.1701/2829.28584
Appears in Collections:Articles

Show full item record

Google ScholarTM

Check

Altmetric


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.